Emma Watson lascia le scene

No votes yet.
Please wait...

Emma Watson sta programmando un anno lontana dalle scene. L’attrice in una recente intervista ha affermato come sia importante per lei allontanarsi dal set in favore delle sue campagne da attivista e per concentrarsi sulla sua crescita personale. Lei stessa racconta come sia molto importante fissarsi degli obiettivi come ad esempio trovare il tempo per leggere un libro a settimana o quantomeno al mese come parte attiva del suo club del libro. Oltre a questo Emma ritiene sia molto importante approfondire i suoi studi sul gender per affinare le sue presentazioni in pubblico.

Oltre alla lettura durante quest’anno l’attrice si propone anche di creare dei veri e propri gruppi di ascolto per arrivare a conoscere la storia di molte donne nel mondo.

Ecco i momenti che hanno ispirato l’attrice:

Hermione: all’inizio Hermione non le piaceva affatto, lei era sicuramente molto più stilosa rispetto a quel personaggio. Poi ha imparato ad accettarlo e a capire quanto potessero avere in comune. Sicuramente lei ed Hermione sono figure estremamente intelligenti.

La prima volta che ha utilizzato il termine femminismo: Quando aveva 9 anni alla prima conferenza pubblica di Harry Potter, ha esordito dicendo di essere un tantino femminista. Era ovviamente spaventata dal non conoscerne il reale significato.

Essere affetta da femminismo: combattere contro i pregiudizi porta a condurre una vita carica a volte di cattivi pensieri dei quali è sempre opportuno liberarsene prima di entrare in qualsiasi forma di attivismo.

La lettura le ha aperto la mente: accettare il suo essere donna e il comprenderlo deriva dalla sua passione per la lettura.

Redazione
Simple Share Buttons