Cellulite: trattamento, cause e prevenzione

Addome, gambe, glutei: sono aree problematiche per moltissime donne (e anche qualche uomo…) e argomenti scottanti nelle riviste di lifestyle.

La pelle soda è uno dei più grandi ideali di bellezza femminile. Ma come ottenerla? Cosa funziona davvero contro questo innocuo ma temibile inestetismo? E, soprattutto, come eliminare la cellulite?

Scopri tutto, ma proprio tutto, in questa nostra guida tematica Cellulite: trattamento, cause e prevenzione.

SOMARIO
    Add a header to begin generating the table of contents

    Che cos'è la cellulite

    Chissà quante volte ti sarai chiesta che cos’è la cellulite.

    Si tratta di un fenomeno complesso che deriva dalla combinazione di più fattori, primo fra tutti le variazioni ormonali femminili. È dovuta ad un accumulo locale di grasso e ad un cambiamento del tessuto adiposo in alcune zone del corpo.

    All’interno dell’ipoderma, le cellule adipose (lipociti) sono alloggiate in piccoli compartimenti. Se il numero e il volume di tali cellule aumenta, questi piccoli compartimenti si gonfiano.

    Successivamente assumono una forma tondeggiante che si ripercuote sul derma e sull’epidermide. La superficie della pelle diventa irregolare, dando origine a quell’inestetismo noto con il nome di BUCCIA D’ARANCIA.

    Le fasi della cellulite

    Lo sviluppo della cellulite avviene in tre fasi:

    • all’inizio la puoi vedere quando spingi la pelle con entrambe le mani nelle zone colpite. Ciò rende manifesta la tipica struttura arancione

    • nella seconda fase può essere vista sotto tensione muscolare

    • al termine della sua formazione è visibile a occhio nudo senza fare nulla. Non puoi più far finta di nulla!

    Perché colpisce di più le donne

    Il fatto che la cellulite compatta di solito colpisca maggiormente le donne è dovuto alla particolare struttura della loro pelle e alla sua reazione agli ormoni femminili: il derma delle donne è molto meno ruvido ed elastico di quello degli uomini.

    Ci sono più cellule adipose nel tessuto sottocutaneo femminile.

    Le fibre di collagene, che garantiscono la resistenza allo strappo, sono immagazzinate parallelamente tra loro nelle donne, mentre negli uomini sono intrecciate come una rete.

    Ciò consente alle cellule adipose di premere tra le fibre di collagene mentre crescono e di manifestarsi in modo visibile sulla superficie, creando una struttura nodosa sulle aree interessate.

    Quali sono le cause della cellulite

    La predisposizione gioca un ruolo importante nella formazione della cellulite. Una struttura cutanea debole è ereditaria ed è un prerequisito essenziale per il fenomeno. Su questa base genetica, si possono affiancare in modo più o meno evidente altri fattori.

    • Sovrappeso. È la causa più rilevante. Più grasso viene immagazzinato nei lipociti, più queste cellule appaiono evidenti. Una dieta poco equilibrata ricca di carboidrati e grassi è spesso alla base del problema della cellulite braccia e cellulite sedere.

    • Vita sedentaria.La mancanza di esercizio porta alla riduzione della massa muscolare e alla sostituzione del tessuto adiposo. Allo stesso tempo, la circolazione sanguigna ne risente negativamente.

    • Fumo. La nicotina restringe i vasi sanguigni della pelle, che rallenta il metabolismo nelle aree interessate. Inoltre, danneggia la struttura del collagene del tessuto connettivo.

    • Vene varicose. Le vene varicose sono il risultato di un tessuto connettivo debole: impediscono il flusso sanguigno e il metabolismo. La congestione dei vasi porta a ritenzione idrica e gonfiore della pelle.

    • Pillola contraccettiva. L’assunzione della piccola può portare a un surplus di estrogeni, che è a sua volta è considerato una causa della cellulite.

    Le conseguenze della cellulite per il corpo

    Con lo sviluppo della cellulite, il corpo si focalizza sull’acidificazione con contemporanea demineralizzazione del tessuto connettivo.

    Questa demineralizzazione influisce in modo significativo anche sulla regolazione di base del tessuto connettivo (assorbimento di nutrienti e rilascio di sostanze di rifiuto).

    Ciò a sua volta ha come conseguenza che l’intero organismo nel tempo si deteriora e presenta un evidente deficit di nutrienti. Oltre alla cellulite, questo deficit può portare a un’ampia varietà di disturbi di salute.

    La cellulite è quindi solo un problema estetico per chi ne è colpito,  ma non per il suo corpo.

    Rimedi contro la cellulite

    dieta

    L’industria della bellezza offre una grande varietà di creme, lozioni, tipi di olio anticellulite, dispositivi per massaggi e compresse che costano un sacco di soldi, ma raramente aiutano a sconfiggere la cellulite.

    Qui di seguito puoi scoprire quali fattori giocano un ruolo determinante per combattere la cellulite in modo efficace.

    Dieta equilibrata

    La formazione della cellulite è dovuta a varie cause come il peso, la natura del tessuto connettivo, l’equilibrio ormonale e fattori genetici. La percentuale di grasso corporeo gioca un ruolo importante, perché il sovrappeso facilita la formazione della pelle a buccia d’arancia.

    Se vuoi dimagrire, tuttavia, dovresti evitare forti fluttuazioni di peso, poiché ciò ha un effetto negativo sul tessuto connettivo. Con una dieta equilibrata e un peso normale, le spiacevoli grinze difficilmente hanno la possibilità di farsi vedere.

    Ecco in particolare cosa serve:

    • Vitamina E. Il tessuto connettivo viene ulteriormente rafforzato attraverso un maggiore assorbimento di questa vitamina, che è principalmente contenuta nelle noci, nelle arachidi, nei cereali e nelle verdure a foglia verde.

    • Vitamina C. Questa vitamina concorre alla produzione del collagene e ha un forte effetto sul tessuto sottocutaneo. Si trova in abbondanza nella frutta (agrumi, fragole, kiwi, uva, ananas, ribes, papaya, mango e lamponi) e nella verdura (broccoli, cavolfiori, spinaci, pomodori, zucca).

    Attività fisica

    L’esercizio fisico aiuta a stimolare il metabolismo e a bruciare i grassi, in modo che si formino meno depositi di adipe.

    Attenzione, però, a non eccedere nell’allenamento sperando di raggiungere prima i risultati sperati. È molto più importante integrare l’esercizio nella vita di tutti i giorni, come ad esempio

    • camminare

    • andare in bicicletta

    • ballare

    L’allenamento della forza ha anche un effetto rassodante e favorisce lo sviluppo dei muscoli.

    Per coloro che presentano un tessuto connettivo debole sono più indicati gli sport con poche vibrazioni, come lo yoga o il nuoto.

    Idratazione

    Per far sì che il metabolismo funzioni in modo ottimale, è importante bere a sufficienza. Se pratichi una regolare attività fisica, puoi anche bere un paio di litri di acqua.

    L’eccessivo consumo di alcol e caffè, invece, ha un effetto negativo sul tessuto connettivo.

    Scrub

    I fondi di caffè e l’olio d’oliva possono essere miscelati per fare uno scrub anticellulite fai da te, da utilizzare un paio di volte alla settimana.

    La caffeina contenuta aiuta a rassodare gli strati superiori della pelle, in modo che le strutture di tessuto adiposo sottostanti siano meno visibili.

    Rimedi naturali

    Ci sono numerose piante che possono aiutare a rafforzare naturalmente il tessuto connettivo e fungere cosi da rimedi cellulite.

    • Equiseto. Bevilo sotto forma di infuso per più volte al giorno, per tre settimane. Questo tè so ottiene miscelando un cucchiaino di erba in un quarto di litro di acqua bollente.

    • Betulla. Come additivo per il bagno, aiuta a migliorare la carnagione e a rassodare la pelle.

    • Edera. Un’altra arma contro la cellulite è l’edera rampicante. Sotto forma di olio da massaggio, puoi beneficiare delle sue proprietà stimolanti della circolazione sanguigna e il metabolismo.

    • Achillea. Un unguento a base di achillea favorisce la circolazione sanguigna e supporta la riparazione delle cellule della pelle.

    • Prezzemolo. Il tè al prezzemolo aiuta a drenare la ritenzione idrica dal corpo. Non devi far altro che versare un cucchiaio di prezzemolo fresco in 250 millilitri di acqua bollente. Si può bere qualche tazza di infuso tutti i giorni.

    Massaggi

    Puoi anche agire meccanicamente sulla superficie rugosa della cellulite utilizzando un apposito massaggiatore anticellulite per la circolazione sanguigna.

    Se questo metodo rivitalizzante viene integrato quotidianamente nella routine di cura del corpo mattutina, magari in abbinamento a un trattamento anticellulite con burro di karitè, aiuta a fornire al tessuto connettivo un’irrorazione sanguigna particolarmente efficace e a rimuovere più rapidamente i liquidi tissutali.

    Allo stesso tempo stai facendo qualcosa di utile per rafforzare il tuo sistema immunitario!

    Docce

    Il passaggio dall’acqua fredda a quella calda stimola la circolazione sanguigna e il metabolismo dei grassi.

    Lavare abbondantemente le zone cutanee interessate alternando con acqua fredda, poi tiepida e termina la doccia alternata con acqua fredda.

    Coppetta anticellulite

    Il trattamento cellulite con coppette ha origine nell’antica Cina. Si tratta di una tecnica di medicina alternativa che prevede l’utilizzo di particolari coppette per effettuare un’aspirazione locale sulla pelle.

    Interventi di chirurgia estetica contro la cellulite

    Se, nonostante tutti gli sforzi, non si riscontrano successi, alla fine rimangono solo misure di chirurgia estetica cellulite per ritrovare la pelle soda.

    Ma non ci si possono aspettare miracoli neanche da un trattamento medico cellulite.

    Liposuzione

    Vengono utilizzati i tipi più comuni di liposuzione . Di conseguenza, una parte significativa del grasso di deposito scompare dai fianchi. La silhouette del corpo diventa visibilmente più stretta, ma rimangono ammaccature e rilievi a buccia d’arancia.

    Se vengono aspirate grandi quantità di grasso, potrebbe essere necessario tendere la pelle flaccida.

    Cellulipolisi

    La cellulipolisi è un processo meno invasivo. Tra due aghi inseriti nella pelle, viene creato un campo di tensione elettrica che scompone il grasso sottocutaneo nei suoi elementi.

    Questo metodo funziona nel 70-80% delle donne, ma solo dopo tre mesi di trattamento cellulite con sessioni settimanali. Solo medici appositamente formati dovrebbero eseguire questa procedura.

    Linfodrenaggio e massaggi

    Alcune terapie mirano a stimolare il metabolismo e a migliorare il drenaggio linfatico. A supporto di ciò sono utili i massaggi con pompa aspirante e il linfodrenaggio.

    Tuttavia, i trattamenti hanno successo solo nel caso vengano effettuati da massaggiatori o fisioterapisti adeguatamente formati.

    Gli apparecchi per uso domestico progettati per questo scopo non sono sufficientemente efficaci.

    Terapie alternative

    Metodi alternativi come l’avvolgimento del corpo, la riflessologia e la terapia de calore non hanno dato, al momento, risultati soddisfacenti.

    Falsi miti sulla cellulite

    falsi-miti-sulla-cellulite

    Sono molte le convinzioni che, unite alle credenze popolari, danno un visione non completamente corretta della cellulite. Sfatiamo insieme questi falsi miti!

    La cellulite è una malattia

    Non è corretto. La cellulite riflette una condizione cutanea in cui si depositano cellule di grasso nella pelle. I responsabili di tali depositi sono gli estrogeni, vale a dire gli ormoni sessuali femminili.

    I depositi danno origine a una serie di grinze sulla superficie della pelle. Il sovrappeso e il tessuto connettivo debole sono fra le cause della cellulite.

    Anche le vene varicose favoriscono l’insorgere della cellulite, poiché la congestione dei vasi sanguigni porta a ritenzione idrica e gonfiore della pelle.

    Fare jogging contro la buccia d'arancia fa bene

    L’attività fisica è un trattamento cellulite efficace per contrastare l’insorgere di questo inestetismo, perché l’allenamento stimola la circolazione sanguigna e sostituisce il grasso immagazzinato con i muscoli.

    Ma il continuo impatto con il terreno durante la pratica dello jogging mette a dura prova il tessuto connettivo delle gambe. Anziché un simile trattamento cellulite urto legato alla corsa e cellulite, è consigliabile fare movimenti dolci, come quelli del nuoto o del ciclismo.

    Molti centri fitness, club o centri di educazione per adulti offrono corsi speciali per gambe e glutei.

    Le creme alla caffeina levigano la pelle

    Giusto, ma questa è solo metà della battaglia. La caffeina rinforza la superficie della pelle in modo che appaia più uniforme. Tuttavia, le creme alla caffeina sono impotenti contro i depositi di grasso immagazzinati più in profondità.

    Costituiscono quindi solo la base per ulteriori trattamenti anticellulite, come quelli legati alla pratica di uno sport.

    P.S. Gli studi hanno dimostrato che il miglior anticellulite deve contenere almeno il due percento di caffeina per essere efficace.

    La cellulite fa male

    No, la cellulite non provoca alcun disagio fisico. Se c’è dolore alla coscia, non è dovuto alla cellulite. Per capire qual è la causa del dolore è bene rivolgersi a un medico.

    La buccia d'arancia è una questione di donne

    È parzialmente vero, perché il tessuto connettivo negli uomini è più reticolato e quindi meno elastico rispetto al tessuto delle donne, che ha una struttura parallela. Il tessuto connettivo maschile quindi non è così facilmente soggetto alla cellulite.

    Tuttavia, alcuni uomini possono essere ugualmente soggetti all’insorgere della buccia d’arancia. D’altro canto, il rischio di cellulite diminuisce nelle donne dopo la menopausa perché i loro livelli di estrogeni diminuiscono.

    Conclusioni

    Non esiste una cura miracolosa definitiva per eliminare la cellulite definitivamente, né tra i rimedi casalinghi naturali né nell’industria dei cosmetici. Ma come con altri disturbi, puoi ottenere molto con una combinazione di una dieta equilibrata e un adeguato esercizio fisico.

    Alcune erbe, piante selvatiche e gli altri metodi descritti in questo post possono contribuire a sentirsi di nuovo bene nella propria pelle.

    Scroll to Top