Ogni quanto lavare i capelli

Molti dettagli contano nella cura dei capelli: la scelta della spazzola giusta, la tattica corretta di asciugatura e la routine di lavaggio. Già, ogni quanto lavare i capelli?

Purtroppo non c’è una risposta che vada bene per tutti. Ma una cosa è certa: se lo fai rispettando le esigenze del tuo tipo di capelli e del cuoio capelluto, potrai avere una chioma luminosa e in perfetta salute.

SOMARIO
    Add a header to begin generating the table of contents

    Come capire qual è la frequenza giusta?

    capelluto-sano

    Quante volte a settimana lavare i capelli? Difficile rispondere.

    A volte lo si fa per abitudine, altre volte perché ci si sente i capelli sporchi dopo un giorno, altre ancora si approfitta della doccia dopo l’allenamento per farsi uno shampoo. Quindi ognuno deve seguire le proprie inclinazioni e preferenze?

    Non esattamente.

    Ci sono degli aspetti importanti che non vanno sottovalutati per capire qual è LA FREQUENZA GIUSTA PER TE.

    Sebo

    Secondo il comune punto di vista, i capelli sono sporchi quando denotano la presenza di una notevole quantità di sebo. Questa sostanza untuosa viene prodotta dalle ghiandole sebacee (localizzate in massima parte nel cuoio capelluto e in alcune parti del viso) ed è costituito essenzialmente da una miscela di acidi grassi liberi, gliceridi e squalene

    La quantità che viene prodotta è legata a molteplici fattori, primi fra tutti l’età, il sesso e l’ereditarietà. Man mano che passano gli anni, tende a diminuire.

    In genere sono in pochi ad avere una produzione così abbondante di sebo da giustificare lo shampoo tutti i giorni. In genere anche chi ha i capelli molto grassi dovrebbe fare lo shampoo a giorni alterni.

    Tipo di capelli

    Ogni tipo di capelli è diverso e ha le sue esigenze in fatto di lavaggio. E queste esigenze vanno rispettate.

    • Fini. I capelli fini si trovano vicino al cuoio capelluto ed entrano in contatto con il sebo molto più rapidamente rispetto, ad esempio, ai capelli mossi. Ecco perché tendono a diventare più grassi.

      frequenza di lavaggio consigliata: ogni due giorni

    • Spessi. Difficilmente i capelli spessi sono soggetti all’untuosità, perché il loro diametro generoso difficilmente viene interamente coperto dal sebo.

      frequenza di lavaggio consigliata: tre o quattro due giorni

    • Ricci o mossi. Questo tipo di capelli entra difficilmente a contatto diretto con il sebo, per cui tende comunque ad essere secco di sua natura. Il contatto frequente con l’acqua potrebbe rivelarsi addirittura dannoso.

      frequenza di lavaggio consigliata: una volta ogni settimana

    • Afro. I capelli afro sono quelli che richiedono lavaggi meno frequenti, dal momento che il continuo contatto con l’acqua rischia di renderli fragili e soggetti a caduta.

      frequenza di lavaggio consigliata: una volta ogni due settimane

    Sudore

    Chissà quante volte, dopo un allenamento, ti sarai accorto di avere i capelli più sporchi del consueto. E ti sei mai visto quando togli il casco della moto? Questo accade perché il sebo tende a diffondersi sui capelli attraverso il sudore. Anche il loro odore non è il massimo.

    Ecco perché ogni volta che sudi è necessario fare uno shampoo.

    Attività

    Ci sono alcune attività come le pulizie domestiche o il giardinaggio che portano i capelli ad entrare in contatto con polvere, sporcizia, polline.

    In questi casi non esitare: fai una doccia completa, capelli inclusi.

    Styling

    L’utilizzo abituale di prodotti per lo styling come creme e spray può portare a un accumulo di sostanze aggressive sui capelli, facendo insorgere prurito e irritazioni.

    In questo caso è consigliato un lavaggio più frequente rispetto a chi usa solo spazzola e phon.

    Conseguenze di un lavaggio eccessivo

    antiforfora

    Siamo tutti d’accordo: lo shampoo è una pratica irrinunciabile della normale routine di cura della persona. Attenzione però: come accade in tutte le cose… il troppo stroppia!

    Ogni volta che ti fai uno shampoo, insieme alle impurità viene rimossa anche una parte di sebo. Ma se non dai alle ghiandole sebacee il tempo necessario per ripristinare il normale equilibrio di questa preziosa sostanza, ecco cosa succede:

    • i capelli e il cuoio capelluto tendono a seccarsi

    • può formarsi la forfora

    • può insorgere un fastidioso prurito

    In effetti a volte la forfora, la desquamazione e il prurito sono tutti i sintomi di un eccessivo lavaggio. In ogni caso, è sempre meglio preferire l’utilizzo di uno prodotto formulato con ingredienti naturali, anche se scegli uno shampoo antiforfora.

    Alternative al classico shampoo

    Lavarsi i capelli non significa solo inondarsi la chioma di shampoo e balsamo. Ci sono sul mercato diversi metodi alternativi per ottenere delle ciocche da vere star. Scopriamole insieme.

    Shampoo secco

    miglior-shampoo-secco

    Più che a uno shampoo, la sua funzione richiama quello del talco. Lavare i capelli a secco, infatti, non deterge le ciocche ma assorbe il sebo e aiuta a districarle.

    Lo shampoo secco è un prodotto che ha un suo target preciso: si rivolge a chi non ha la possibilità di fare un vero e proprio shampoo per motivi di salute, di impossibilità a compiere certi movimenti o, semplicemente, per chi di tanto in tanto vuole evitare di bagnarsi il cuoio capelluto. Lo puoi fare anche tu.

    Balsamo

    Quella che fino a poco tempo fa poteva sembrare una metodologia di pulizia dei capelli poco ortodosso, sta in realtà diventando una pratica comune. Non è così inconsueta la scelta di lavarsi i capelli con il solo balsamo, sia esso di tipo tradizionale o con proprietà detergenti.

    Si tratta di una soluzione particolarmente indicata per chi ha i capelli secchi, oppure mossi o ricci. Il suo utilizzo è semplicissimo, devi solo

    • versare un po’ di prodotto sulle mani

    • massaggiare delicatamente il cuoio capelluto

    • pettinare i capelli per tutta la loro lunghezza

    • lasciar agire il prodotto per qualche minuto

    • risciacquare

    Al momento di scegliere il prodotto, leggi con attenzione l’etichetta inci per assicurarti che non contenga silicone o prodotti della famiglia dei siliconi (li riconosci perché la denominazione della sostanza termina con le quattro lettere “cone”, come ad esempio dimeticone).

    Anche se all’inizio i prodotti siliconici donano un’irresistibile morbidezza e rendono i capelli folti e fluenti, con il passare del tempo li rendono pesanti e oleosi.

    Acqua, e nient'altro

    I seguaci della pratica di lavare i capelli solo con acqua crescono di giorno in  giorno. In effetti, secondo gli esperti è un metodo che non ha particolari controindicazioni.

    L’elemento idrico riesce comunque, da solo, a rimuovere le impurità e il sudore, anche se non è come lavare i capellicon un detergente specifico: non apporta infatti alcun tipo di idratazione.

    I migliori metodi di lavaggio per te

    Quando si tratta di lavaggio dei capelli non esiste un metodo di lavaggio migliore di un altro (a parte l’utilizzo di prodotti non aggressivi e amici della tua chioma). Ognuno ha un suo stile di vita, un suo tipo di capelli, le sue preferenze e l’insieme di tutti questi fattori ci porta ad adottare la “nostra” routine.

    Indubbiamente, chi ha i capelli sottili e tendenti al grasso avrà esigenze diverse rispetto a chi li ha ricci o mossi. Tutto sta nel trovare il giusto equilibrio tra frequenza di lavaggio e tipo di detergenti utilizzati (o anche nessun detergente, se ami il metodo “solo acqua”).

    Un ultimo suggerimento…

    In commercio puoi trovare degli shampoo speciali che hanno un valore di pH basso. Sono adatti a chiunque desideri lavare spesso i capelli al di fuori della consueta routine (ad esempio perché i capelli odorano di fumo o si sono sporcati in giardino). Questi prodotti sono neutri e non appesantiscono i capelli o il cuoio capelluto. Se necessario, sono adatti anche a lavare i capelli tutti i giorni.

    Conclusioni

    Il metodo migliore per avere una chioma sana e lucente è quello di seguire una corretta routine di cura dei capelli. Ma ogni quanto lavare i capelli? La frequenza con cui lavarli dipende principalmente dal tipo di capelli e dai prodotti per la cura che usi.

    Un errore abbastanza comune è quello di fare lo shampoo troppo spesso, magari utilizzando prodotti inadeguati. In realtà la frequenza di lavaggio andrebbe regolata in base a diversi fattori, come il tipo di capelli e lo stile di vita. E poi, non è mica indispensabile usare tutte le volte un detergente!

    Scroll to Top