Come idratare i capelli dopo la decolorazione

Alla fine, hai preso una decisione drastica e hai effettuato un trattamento per capelli decolorante. Ma cosa è successo alle tue belle ciocche? Le trovi secche, opache, fragili? Ti sembra di avere i capelli di paglia?

Non preoccuparti, è normale. Questo genere di intervento è particolarmente aggressivo e agisce negli strati profondi del cuoio capelluto. La soluzione, naturalmente, c’è.

In questo post troverai tutte le informazioni utili per capire come idratare i capelli dopo la decolorazione e farli così tornare al loro antico splendore.

SOMARIO
    Add a header to begin generating the table of contents

    Cosa succede quando decolori i capelli?

    decolori-i-capelli

    Ti è mai capitato di avere una t-shirt macchiata e di metterla in candeggina per togliere ogni traccia di impurità?

    Allora sai bene che una volta terminato il trattamento la tua maglietta torna pulita e splendente.

    Magia? Diciamo proprio di no.

    Se dai un’occhiata all’etichetta sul flacone, leggerai una serie di avvertimenti che ti descrivono i potenziali effetti di quello sbiancante: tossico, danneggia la pelle e gli occhi, maneggiare con i guanti…

    Possiamo dire la stessa cosa con i decoloranti per i capelli schiariti. Per poter agire in modo efficace, hanno tra i loro ingredienti degli AGENTI MOLTO AGGRESSIVI, come l’idrossido di ammonio e il perossido di idrogeno.

    Nel processo di decolorazione capelli, l’agente sbiancante viene fatto penetrare nel capello sollevando lo strato esterno della cuticola.

    Così, oltre ad essere decolorati, i tuoi capelli possono subire questi danni:

    • si disidratano in profondità
    • diventano opachi, sfibrati, privi di vita
    • impossibile pettinarli
    • le loro fibre si sfaldano
    • spuntano doppie punte da tutte le parti
    • diventano più porosi e soggetti agli attacchi esterni, come un semplice colpo di pettine
    • anche lo strato interno della cuticola ne risente

    Sei ancora lì?

    Fortunatamente non si tratta di una catastrofe irreparabile. Basta seguire i nostri consigli per prendersi cura dei capelli: imparerai così come curare i capelli bruciati dalla decolorazione.

    Suggerimenti per una corretta idratazione (e riparazione) dei capelli decolorati

    maschera-per-capelli

    Poco importa se hai scelto di schiarire i capelli a casa o ti sei affidata alle mani esperte di un professionista. Una volta che il trattamento è terminato, devi fare una cosa sola: idratare, idratare, IDRATARE!

    Senza una corretta idratazione, ti rimarranno i capelli sfibrati e non riuscirai a ripristinare la loro naturale morbidezza e lucentezza.

    Sei pronta per iniziare?

    Usa l'olio di cocco

    I benefici idratanti dell’olio di cocco sui capelli brutti sono ben noti. Stendi uno strato abbondante di questo prodotto puro al 100% (e possibilmente biologico) sulle ciocche bagnate o asciutte. È importante essere costanti nell’applicazione quotidiana di questo olio per capelli: inizierai a vedere i primi risultati dopo qualche giorno.

    Fai una maschera

    Madre Natura è molto generosa quando si tratta di ingredienti idratanti per le tue ciocche. Prepara una maschera per capelli miscelando con cura miele, olio di oliva, olio di cocco e avocado.

    Lascia agire un paio d’ore, quindi risciacqua.

    Applica l'olio d'argan

    Ricco di vitamina E e di composti fenolici, l’olio di Argan è un vero toccasana per l’idratazione della tua chioma e in caso di capelli spezzati. Con questo ingrediente puoi realizzare una maschera per capelli rovinati dalla decolorazione.

    A causa del suo elevato contenuto di grassi, però, tende ad appesantirli: utilizzalo quindi in caso di estrema necessità e se ti serve ispessire i capelli sottili.

    Lavali solo se serve

    Un eccessivo utilizzo dello shampoo tende a privare le ciocche del loro sebo. Se puoi, alterna le sessioni di lavaggio con lo shampoo utilizzando il solo balsamo. Evita anche di lavarli tutti i giorni se non vuoi avere capelli rovinati.

    Risciacquali con acqua fredda (o usa un balsamo senza risciacquo):

    L’acqua calda può danneggiare seriamente i capelli e il cuoio capelluto, indipendentemente dal fatto che siano sani. Al termine del lavaggio, fai un risciacquo con l’acqua più fredda possibile. Oltre a “sigillare” i follicoli piliferi darai ai tuoi capelli bruciati una sferzata di vitalità e potrai dire addio all’effetto crespo.

    Un’alternativa vincente è quella di utilizzare un balsamo senza risciacquo. Un prodotto di questo tipo, oltre a nutrire i capelli, idrata e protegge la chioma, ripristinando la sua naturale bellezza.

    Evita lo styling aggressivo

    Per un po’ di tempo, evita di usare la piastra e, se utilizzi l’asciugacapelli, impostalo sul flusso di aria fredda. Se preferisci il flusso caldo, applica prima un termoprotettore per capelli. Inutile dirlo, non applicare sulla chioma prodotti chimici per fissare l’acconciatura.

    Non spazzolare i capelli bagnati

    Quando sono bagnate, le ciocche sono più fragili e si rompono facilmente. Usa spazzola e pettine solo sula chioma asciutta.

    Fai attenzione al cloro

    Il cloro della piscina mette a serio rischio il benessere dei tuoi capelli. Inoltre, tende a schiarirli, anche se sono già di colore biondo o biondo platino.

    Prima di tuffarti, proteggili con una cuffia molto aderente in modo che non possa passare neanche una goccia d’acqua.

    Come riparare i capelli molto danneggiati

    capelli-molto-danneggiati​

    Se ti accorgi che il processo decolorante ha danneggiato seriamente i tuoi capelli e vedi che ne stai perdendo più del consueto, è meglio correre subito ai ripari.

    Ecco come intervenire in modo naturale.

    Fai un massaggio al cuoio capelluto

    Quando ti lavi i capelli, non limitarti a passare frettolosamente lo shampoo tra una ciocca e l’altra e a risciacquare. Concediti un po’ di tempo e fai un delicato massaggio al cuoio capelluto.

    Indugia qualche secondo su ciascuna sezione, soprattutto in corrispondenza delle tempie e della nuca. In questo modo aumenterai la circolazione del sangue e, di conseguenza, potrai stimolare la crescita della chioma. Ha un po’ lo stesso effetto di una scrub per il cuoio capelluto.

    Applica l'olio di rosmarino

    L’olio di rosmarino fa parte dei tradizionali metodi della nonna per aiutare il processo di crescita dei capelli.

    Devi solo miscelarlo con un olio vettore e massaggiarlo con delicatezza su ogni sezione del cuoi capelluto per nutrire i capelli dopo decolorazione.

    Prova con il succo di cipolle

    Metti delle cipolle in un frullatore e azionalo: così facendo la polpa si separerà dal succo. A questo punto raccogli il succo e stendilo sui capelli, lasciandolo agire per circa un quarto d’ora. Risciacqua con cura e procedi con uno shampoo.

    Ogni quanto si possono decolorare i capelli?

    Se proprio devi farlo (ma non hai visto che capelli danneggiati ti sono venuti?) lascia passare almeno due o tre mesi tra un trattamento e l’altro.

    In fase di ricrescita, non sottoporre l’intera chioma alla decolorazione: effettua il trattamento solo sulle sezioni che sono appena spuntate in prossimità del cuoio capelluto.

    Quando è il caso di chiedere aiuto?

    Gli interventi di idratazione che abbiamo precedentemente descritto dovrebbero dare concreti risultati nell’arco di un mese o un mese e mezzo. Trascorso questo tempo, analizza con cura la tua chioma.

    Trovi che sia ancora difficile da pettinare? Ti sono venuti i capelli secchi? Ne trovi molti sul pettine? Le tue ciocche sono indomabili e non rispondono a ogni tentativo di acconciatura? Hanno un colore innaturale?

    Se hai risposto sì a una o più di queste domande, è arrivato il momento di rivolgersi a un professionista dello styling. Ti potrà suggerire come ristrutturare i capelli decolorati e ti potrà anche proporre un eventuale intervento di ricostruzione capelli.

    Conclusioni

    La decolorazione dei capelli provoca il sollevamento delle cuticole, rendendo le tue ciocche  secche, fragili, prive di ogni forma di vitalità. Più spesso sottoponi la tua chioma a questo genere di trattamento, maggiori saranno i danni. Come curare i capelli dopo la decolorazione?

    Per ripristinare un look sano e naturale, puoi intervenire con metodi naturali, come l’applicazione dell’olio di cocco, così salutare per i tuoi capelli. Se però il problema sussiste, meglio rivolgersi a uno specialista.

    Domande Frequenti

    L’olio di cocco ha delle notevoli proprietà idratanti ed è un vero toccasana per i tuoi capelli decolorati e danneggiati.

    Entro un certo limite sì. Se ti accorgi che nel decolorare i capelli ne perdi molti, rivolgiti subito al tuo medico per un controllo.

    Taglia le punte fin dove è necessario. Una volta fatto questo, fai un mix di olio di cocco e di olio di oliva e stendine uno strato generoso su tutta la chioma: dopo qualche settimana la troverai rinvigorita, morbida ed elastica.

    Sì. Questo è dovuto all’incremento di porosità dei capelli che si genera in seguito al trattamento decolorante. Trattengono più acqua e, di conseguenza, fanno più fatica ad asciugare.

    Scroll to Top